Stirare per la maggior parte delle persone non è un momento divertente e si tende a volerlo fare il meno possibile. Per questo è bene conoscere come stendere i panni per evirare questa incombenza meno volte possibile. Prima di tutto dovete lavare ovviamente i panni in lavatrice e toglierli subito dopo dal cestello per evitare che si stropiccino in modo tale da non poter evirare proprio il ferro da stiro.

Vediamo come “non stirare” il bucato

Dopo aver lavato i panni e tirati fuori dalla lavatrice, è bene sbatterli con una certa forza, per diverse volte, prima di stenderli. Le lenzuola in modo particolare quelle di cotone o lino, vanno stese ben tirate in modo da evitare troppe pieghe. Così sarà solo necessario piegarli e riporli nel cassetto.

Un altro segreto è quello di non mettere i panni alla diretta luce del sole, in quanto la forza dei raggi solari, potrebbe renderli più rigidi. Invece le camice, le maglie e le t-shirt, potete appenderle all’attaccapanni (o grucce) per dar loro una forma simile a quando sono indossate. Spesso asciugano in modo tale da evitare la stiratura.

Invece se volete stendere i panni sullo stendino, ricordate di mettere le mollette nella parte inferiore dell’indumento. Potete inoltre stendere il bucato nel bagno vicino alla doccia, in quanto l’umidità del vapore ha la capacità di stirare i panni in modo naturale. Inoltre potete in caso di asciugamani da bagno, piegarli una volta asciutti, mettendoli uno sull’altro. Fate gruppi da 4 e ponete sopra di loro dei libri che toglieranno l’aria e il risultato sarà di averli come se fossero stati stirati.

Se invece la stagione non permettere di stendere all’aperto e possedete un’asciugatrice, ricordate che il bucato va subito tolto dal cestello ancora caldo per essere piegato. Saranno pochi i panni che dovreste stirare. Infatti il calore dell’ascigatura rende i capi molto più morbidi e facilmente malleabili e in questo modo predisposti ad essere subito piegati e ritirati nell’armadio o nei cassetti. Fare molta attenzione a non introdurre capi di lana dell’asciugatrice per evitare l’infeltrimento.

Esistono programmi adeguati per asciugare i capi di lana, ma se possibile è sempre meglio lasciarli asciugare liberamente all’aria e se si tratta di maglioni particolarmente delicati, ricordate che è sempre meglio farli asciugare in posizione orizzontale per evitare deformazioni o allungamenti del capo. Un altro consiglio è quello di piegare i capi prima dell’asciugatura e poi introdurli nell’asciugatrice, questo faciliterà non solo il compito della macchina, ma avrete capi molto meno stropicciati.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News