È finito il periodo della maternità e dovete tornare al lavoro e separarvi dal vostro bambino? Il momento per il piccolo potrebbe essere molto traumatico per questo vi esponiamo alcuni consigli utili su come procedere per rendere il momento meno faticoso e doloroso per il bambino. Ogni bambino bisogna ricordare che ha una sua storia fin dal momento in cui viene al mondo, ma la separazione forzata dalla mamma è sempre un grande trauma per ognuno di loro.

Consigli utili per il distacco del bambino dalla mamma

1 – il primo consiglio utile e quello di pianificare per il bambino una fase di transizione durante la quale voi sarete presente per meno tempo e per più tempo la persona alla quale lo affidate che siano i nonni oppure una baby-sitter. Se li ha affidati ai nonni portando il piccolo a casa loro, restate per qualche ora per poi lasciarlo con i nonni questo passo va fatto gradualmente Aumentando il tempo del distacco piano piano in modo da far capire al bambino che si trova in un ambiente protetto con persone che gli vogliono bene e che la mamma una volta finito di lavorare torna a casa. La stessa cosa vale se invece lo lasciate con la baby-sitter

2 – sicuramente capiterà che il vostro bambino quando ve ne andate inizierà a piangere: è bene non sottovalutate questo suo sentimento che è di forte dolore per il distacco. Consolate l’ho e insegnate anche a chi si occuperà di lui che il suo pianto va consolato perché deve sentirsi protetto e sicuro e non lasciato solo a se stesso. In questo caso non intervenire quando un bambino piange potrebbe essere un trauma.

3 – stabilire una routine per il bambino e un comportamento pianificato per tutti, nel senso che tutti coloro che si prendono cura di lui dovranno reagire allo stesso modo in quanto il bambino potrebbe andare in confusione e quindi entrare nuovamente in crisi.

4 – può capitare anche che il bambino inizia a piangere appena mettete il piede fuori dalla stanza in cui si trova per andare a lavorare, sebbene in questo caso è molto utile dare al bambino qualcosa di riferimento che gli ricordi voi. Potete pensare di lasciarvi una sciarpa col posto profumo una foto, insomma qualsiasi cosa che gli ricordi voi e che possa consolarlo durante la vostra assenza.

5 – per quanto riguarda la baby-sitter fare una persona ovviamente di vostra fiducia che però sia un personaggio stabile nella sua vita che non se ne va da poco dopo o che non venga sostituita da un’altra deve essere sempre la stessa persona in modo che il bambino abbia una certa stabilità e consideri la persona che si occupa di lui un punto di riferimento importante.