La crisi economica ha inciso come non mai sui consumi e i primi a essere tagliati sono stati proprio quelli considerati superficiali, una sorta di sfizi da poter sacrificare in nome di un risparmio spesso assolutamente necessario. Tra questi c’è l’abbigliamento: si spende sempre meno in abiti, accessori e scarpe, e soprattutto si seguono meno le mode del momento, preferendo capi evergreen, che non tramontano mai e che è possibile riutilizzare nelle prossime stagioni. Spesso addirittura per parecchie stagioni, soprattutto quando si tratta di capi di qualità. E in effetti questo è uno dei principi cardine per risparmiare, che consente di essere eleganti senza spendere un patrimonio.

I must have: capi da usare più spesso e per più stagioni

Quando si hanno risorse economiche limitate, la prima cosa da fare è assicurarsi di avere nell’armadio dei capi intramontabili di buona fattura, in modo tale da affrontare questa spesa – che è la più incisiva – una sola volta nella vita. Per prima cosa, dunque, occorre comprare un cappotto di buona fattura e dalle linee essenziali, di quelli eleganti ma sobri che non tramontano mai; poi è bene investire in un paio di scarpe – delle decolleté, dei sandali o degli stivali a seconda della stagione – comode e che rispecchino il proprio modo di vestire, elegante o sportivo che sia. Infine un altro capo su cui conviene investire è la borsa. Se firmata e di ottima fattura, è in grado da sola di personalizzare un look e così facendo non sarà necessario spendere troppo per gli altri capi d’abbigliamento o per eventuali altri accessori.

I capi da acquistare ne negozi low-cost e nei mercatini dell’usato

Ovviamente scegliendo questi capi pass-par-tout è bene mantenersi su modelli classici e colori sobri come il nero o il beige. Così facendo, infatti, potremo abbinare la borsa a qualsiasi outfit e ai colori più sgargianti senza paura di sbagliare abbinamento. I capi in cui è possibile spendere meno, avendo così la possibilità di cambiare spesso, sono proprio maglie, t-shirt, pantaloni, gonne e vestiti. Nelle catene di abbigliamento low cost, infatti, c’è solo l’imbarazzo della scelta, e comprando in saldo si risparmia ulteriormente. Un altro modo per risparmiare è quello di comprare i capi fuori stagione, che solitamente vengono svenduti.

Da non dimenticare, poi, la possibilità di acquistare nei mercatini dell’usato, dove si fanno spesso veri e propri affari! Ai prossimi consigli.




Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News