Le donne di tutte le età, in primis quelle giovani o giovanissime, sanno che ci sono tre tipi di biancheria intima: quella per tutti i giorni, quella per gli appuntamenti galanti e l’intimo sportivo, quello che si usa appunto quando si va in palestra o si pratica un qualsiasi sport. Accanto alla biancheria che va usata sempre, ovvero reggiseni e mutandine, ce n’è un’altra che gioca con colori, forme e modelli proprio come la moda dei vestiti. Si chiama lingerie e si tratta di capi come guepiere, body, baby-doll, giarrettiere ecc. Non tutte sono a proprio agio con questa tipologia di intimo super-sexy, né per forza bisogna tenerla nel proprio armadio se non si ha intenzione di usarla e soprattutto se fa sentire a disagio, ma quello che è importante è sapere come giocare sulla propria sensualità enfatizzando i punti di forza del proprio fisico e nascondendo i difetti.

Come scegliere l’intimo di tutti i giorni

Per quanto riguarda la biancheria da tutti giorni, ha molto a che fare col gusto personale: c’è chi usa il pizzo nero in ogni occasione, anche sotto abiti che usa per andare al supermercato, in ufficio o alla riunione dei genitori a scuola, e chi invece predilige del rassicurante cotone che non segna, non fa allergie ed è innegabilmente comodo. Qualunque sia il proprio stile, è importante seguire alcune semplici regole per evitare di avere cassetti pieni di roba inutilizzata o per evitare di uscire con l’intimo spaiato, che ci fa sentire trascurate e poco attraenti anche se in fondo non lo vede nessuno. La prima cosa da fare è scegliere un colore di base neutro (bianco, beige, nero, ecc.) e comprare tre o quattro reggiseni di quel colore (meglio se in modelli diversi, per esempio triangolo o balconcino o push-up) cui abbinare tutte le mutandine di cui si ha bisogno (possono essere slip, culotte, tanga o perizoma, anche in questo caso a seconda delle abitudini e della comodità).

Cosa avere nell’armadio da usare tutti i giorni, per fare sport o negli incontri a due

Indubbiamente, infatti, si cambiano molte più mutande che reggiseni, e così facendo non ci sarà il rischio di avere intimo spaiato perché non se ne anno abbastanza. Non deve mancare neanche qualche completo colorato, e anche in questo caso per ogni reggiseno è meglio acquistare almeno due o tre mutandine della stessa nuance. L’intimo per lo sport è basico ed essenziale: mutande semplici, preferibilmente senza cuciture, e un paio di reggiseni in tessuto tecnico, resistenti e che abbraccino alla perfezione il seno.

Per la lingerie, ovvero la biancheria destinata alla seduzione, l’unico limite è la fantasia: tra pizzi, fantasie e push up, ce n’è davvero per tutti i gusti!




Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News