Croce e delizia di ogni donna amante della moda, le borse sono seconde solo alle scarpe nel guardaroba femminile. Come c’è chi accumula scarpe in maniera compulsiva, c’è anche chi accumula borse e il motivo è sostanzialmente lo stesso: si tratta di accessori in grado di migliorare (o peggiorare) un outfit rendendo anche la mise più anonima qualcosa di speciale, ravvivando i colori scuri o smorzando gli eccessi. Sempre più spesso, insomma, a determinare il successo di un outfit non sono tanto i capi d’abbigliamento – gonne, pantaloni, cappotti – quanto i due accessori cardine, ovvero scarpe e borse. Va da sé che per essere perfette e avere la borsa da abbinare a ogni outfit bisognerebbe averne decine; o addirittura centinaia, come le influencer del calibro di Chiara Ferragni. Ma ovviamente ogni donna deve fare i conti anche con la propria (spesso limitata) disponibilità economica.

Ecco perché borse di buona fattura sono un vero e proprio investimento

Per avere moltissime borse e dunque molte alternative a disposizione e una borsa per ogni stile/colore, o quasi, molte donne scelgono di acquistare prevalentemente borse low-cost. Ma è davvero la scelta migliore? Certo, avranno la borsa sempre perfettamente abbinata agli outfit, ma questo non sarà necessariamente un vantaggio. Borse di fattura scadente, dozzinali e che si deteriorano subito non sono affatto un buon investimento; anzi, spesso si rivelano un vero e proprio spreco di denaro. Ciò non vuol dire che bisogna acquistare solo borse di marca: l’importante è prediligere articoli di buona fattura, magari di pelle o tessuti resistenti, che rendano il look elegante e sofisticato. Non devono però essere troppo particolari, perché in questo caso sarà molto difficile abbinarla a più outfit e si troverà nella condizione – comune a molte donne – di aver speso molti soldi per una borsa che non possono indossare quasi mai.

Tre borse in grado di salvare qualsiasi serata (e completare qualsiasi outfit)

Una delle regole più importanti da seguire è quella di avere nell’armadio almeno tre borse di ottima fattura da abbinare a qualsiasi outfit. Una volta acquistare queste tre, che dovranno durare nel tempo e “salvare” ogni uscita, formale o informale che sia, se si hanno soldi in più ci si può sbizzarrire comprando altre borse di diversi colori e dalle forme/fantasie più strane. La prima borsa da avere nell’armadio è una shopper (o shopping bag), ovvero una borsa da spalla capiente e dalle linee essenziali, senza fronzoli, per tutti i giorni. Rigorosamente nera, questa borsa costituirà un vero e proprio pass-par-tout per ogni occasione e per ogni outfit, fatta eccezione per le serate eleganti o romantiche. Per queste ultime, infatti, sarà utile acquistare una tracolla di medio-piccola, dove tenere l’essenziale, e che all’occasione può essere usata anche per rendere più eleganti i jeans e le t-shirt o i giacchini di pelle.

Per finire, nell’armadio bisogna tenere sempre anche una borsa chiara, beige o panna, per dare colore agli outfit scuri.