É raro, anche tra le giovanissime, trovare un viso assolutamente privo di imperfezioni, una pelle levigata e senza la minima impurità. Ma tra tutte le imperfezioni – brufoli, rossori, pori dilatati ecc. – probabilmente una delle più odiate sono le macchie. Le macchie sul viso possono avere origini diverse e derivare dall’età, da un’eccessiva esposizione al sole senza protezione o con una protezione troppo bassa, dall’iperpigmentazione e da abitudini sbagliate (per esempio fare peeling troppo aggressivi senza dare alla pelle il tempo di riprendersi prima di affrontare gli agenti esterni come sole, freddo intenso, inquinamento, ecc.). Una volte che purtroppo ci sono, come fare a eliminare le macchie dal viso? Quali sono i trattamenti più efficaci, sia medici che casalinghi? Ve lo spieghiamo noi.

I trattamenti di medicina estetica per eliminare le macchie dal viso

Ovviamente la via più rapida per eliminare completamente le macchie dal viso è quella di affidarsi alla medicina estetica, che col passare degli anni e il progredire della ricerca è diventata sempre più efficace e meno invasiva. Strumento di rimozione per eccellenza è il laser, che tuttavia deve essere utilizzato esclusivamente da un medico preparato e certificato e soprattutto è abbastanza costoso. In poche sedute, però, la risoluzione del problema è totale. Se non si vuole ricorrere a questo tipo di intervento, se ne possono scegliere di meno invasivi e a volte, quando il problema non è grave e le macchie non sono molto scure, altrettanto efficaci. Stiamo parlando di trattamenti sempre più diffusi (talvolta anche nei centri estetici) come i peeling chimici, la crioterapia e la dermoabrasione.

I rimedi casalinghi: dalle creme specifiche a bicarbonato e limone

Ognuno di questi trattamenti deve essere opera di personale qualificato e specializzato, altrimenti il rischio di danneggiare ulteriormente la pelle è sempre dietro l’angolo. Per quanto riguarda invece un’eventuale risoluzione “casalinga” del problema, questa comporta più tempo ma non è impossibile. In commercio ci sono moltissime creme specifiche, da usare però con costanza, e soprattutto prodotti (tonici, sieri e peeling) a base acida. Sostante come l’acido mandelico, l’acido glicolico e l’acido citrico esfoliano infatti la pelle in profondità, schiarendo progressivamente anche le macchie più scure. Ci sono poi i classici “rimedi della nonna”: tra questi è impossibile non menzionare il composto a base di acqua tiepida e bicarbonato che va applicato giornalmente sulle macchie e tenuto in posa per almeno quindici minuti prima di sciacquare.

Il bicarbonato, infatti, è dotato di proprietà schiarenti così come il succo di limone, anch’esso da applicare direttamente sulle macchie.
azoto liquido