Ritenzione idrica e cellulite cosa sono

La cellulite e la ritenzione idrica sono due differenti patologie che indicano la presenza di tessuto adiposo su gambe e glutei.
Oltre a uno spiacevole effetto estetico, possono causare dolore e gonfiore.

Ritenzione idrica cos’è

La ritenzione idrica è causata dal ristagno dei liquidi all’interno del tessuto adiposo.
I globuli di grasso sono composti da cellule adipose e adipociti che, in base alla quantità di grasso contenuto, si gonfiano e si sgonfiano.
Con il passare del tempo i vasi capillari che avvolgono queste sfere possono perdere elasticità, far fuoriuscire la parte acquosa del sangue, il quale si annida negli interstizi tra tessuto adiposo e adipociti.
Tale fenomeno crea l’antiestetica pelle buccia d’arancia.

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è la conseguenza diretta della ritenzione idrica.
Se quest’ultima dura a lungo, possono infatti insorgere delle infiammazioni croniche capaci di addensare le cellule adipose, le quali possono causare dolori alle gambe, anche tramite lievi pressioni, poiché comprimono le terminazioni nervose.

Come si previene la ritenzione idrica

La prevenzione è la miglior cura alla ritenzione idrica, in primis prestando attenzione a non accumulare un’eccessiva quantità di grasso tramite un’alimentazione sana e regolare attività fisica.
In quest’ultimo caso sono perfetti il nuoto e la camminata veloce, poiché stimolano la circolazione del sangue.
Meglio invece evitare gli sport che prevedono impatti violenti con il suolo oppure salti.

Dieta contro la ritenzione idrica

Per evitare la ritenzione idrica, è necessario limitare il consumo di sale, in quanto tende a restare intrappolato nei tessuti e favorisce notevolmente il ristagno dei liquidi.
Occorre inoltre bere almeno due litri d’acqua al giorno e sottoporsi a dei massaggi drenanti oppure a delle iniezioni di soluzione ipertonica.

Cellulite gambe rimedi

Se si soffre di cellulite sulle gambe, oltre a una regolare attività sportiva e a una dieta sana, è necessario abbandonare le seguenti cattive abitudini:

– indossare quotidianamente indumenti troppo stretti e tacchi alti, poiché alterano la postura e ostacolano la circolazione linfatica e sanguigna;

fumare: il fumo non causa la cellulite, ma in presenza della pelle a buccia d’arancia, ne accentua la visibilità, peggiorando in questo modo la situazione;

sottoporsi a situazioni stressanti, in quanto aumentano in maniera esponenziale il livello di cortisolo.

Si raccomanda invece di assumere dei rimedi naturali come l’ananas, la centella asiatica, la vite rossa e la betulla.
Queste sostanze sono disponibili in farmacia e erboristeria sotto forma di capsule, tisane oppure soluzioni da diluire in acqua da consumare durante il corso della giornata.
Se si opta per le tisane è bene non utilizzare zucchero, in quanto apporterebbe delle calorie inutili.
Meglio consumarle al naturale o, se proprio non si gradisce il sapore, utilizzare un dolcificante liquido senza calorie.

 







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News