Bianca, dorata, di Tropea, gallese, spagnola, baby e molto altro ancora. Lo sapevi che esistono ben 21 varietà di cipolle? Per non parlare poi di alcune varianti come lo scalogno, a metà strada tra cipolla e aglio, l’erba cipollina o i famosi cipollotti che allietano le insalate primaverili. Il bello è che ogni bulbo ha il suo utilizzo. Se la rossa di Tropea è indicata per preparazioni a crudo, la bianca è invece da preferire per zuppe e ricette più delicate.

Le mille virtù della cipolla

La buona notizia è che fa dimagrire; la cattiva è che ti fa versare tante lacrime. Dicono che un buon rimedio per non piangere quando sbucci questo ortaggio sia tenere un sorso d’acqua in bocca mentre l’affetti. Anche se questo effetto collaterale è poco simpatico, vale la pena soffrire cinque minuti per portare a tavola un alimento che non solo è povero di calorie ma offre una quantità incredibile di vitamine.

La cipolla è ideale per proteggere e favorire lo sviluppo della flora batterica, per stimolare la diuresi, difendere l’organismo da germi e batteri e disintossicare l’intestino.

Ideale per tosse e raffreddore, era l’ingrediente principale degli sciroppi preparati dalle nostre nonne. Certo, il sapore non doveva essere poi così gradevole!

Mettiamola in tavola tutti i giorni. Per renderla gradita a tutta la famiglia, ti diamo una ricetta super collaudata che farà al gioia di chi ama i panini e hamburger!

Le cipolle caramellate

Le cipolle caramellate per hamburger sono un contorno sfizioso, ideale per la domenica, e semplice da preparare.

Per farcire 4 panini dovrai affettare sottilmente (meglio se con un robot) 1 chilo di cipolle bianche sbucciate. Prepara una padella larga e versa due o tre giri di olio. Unisci le cipolle e falle rosolare. Quando saranno diventate leggermente dorate, aggiungi 1 bicchiere di acqua, sale, pepe, 1 cucchiaio abbondante di zucchero di canna e due cucchiai di aceto balsamico. Fai cuocere a fiamma medio-alta per cinque minuti, poi abbassa la temperatura e metti il coperchio. Fai cuocere per circa 45 minuti. Se il fondo tende ad asciugarsi unici due o tre cucchiai di acqua.

Cinque minuti prima della fine della cottura, alza la fiamma al massimo e fai caramellare le cipolle. Assaggia; se il gusto ti dovesse sembrare poco marcato, prova ad aggiungere un altro cucchiaio scarso di zucchero e un po’ di aceto balsamico.

La cipolla caramellata alla fine deve risultare scura e con un sapore agro-dolce che darà ai tuoi hamburger un gusto insolito e appetitoso. Vuoi un’idea in più? Usa le cipolle caramellate che ti sono rimaste per preparare un contorno a base di cardi lessati.

Cucina e benessere

Sai che la combinazione di mele e cipolle è tra le più sane e ricche di principi nutritivi? L’idea di questa ricetta parte dalla tradizione trentina che spesso, soprattutto nei secondi, è solita abbinare questi due alimenti.

Per due persone dovrai procurarti due mele piccole e due cipolle bianche. Affettale sottili e mettile in padella con un giro di olio o di burro. Falle appassire lentamente, cercando di non bruciare il composto. Una volta dorato, portalo a cottura unendo mano mano un mestolo di buon brodo vegetale. Regola di sale e pepe, aggiungi un po’ di prezzemolo e una grattata di noce moscata.

Il formato ideale di pasta per questa ricetta sono le linguine o gli spaghetti. Ti diamo una chicca in più. Invece della spolverata finale di parmigiano, prova a impreziosire la ricetta con del pangrattato tostato in padella con un filo di olio.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News