Tra lockdown e feste natalizie la bilancia si è trasformata in un nemico giurato, a causa della sempre minore possibilità di muoversi e, di contro, con tantissimo tempo da dedicare in cucina ai fornelli per la preparazione di dolci, pane, pizza.

Motivo in più per correre ai ripari, anche se una sana e corretta alimentazione dovrebbe essere uno stile di vita costante e non solo una correzione di breve durata. Non è semplice adottare un’abitudine alimentare regolare e nutrirsi solo di quei determinati alimenti che apportano le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno.

Sia ben chiaro una piccola eccezione di tanto in tanto non ha mai fatto male a nessuno, ma è quando consumare solo cibo spazzatura diventa una prassi che allora prima o poi il fisico presenterà il suo salato conto.

La vita frenetica non aiuta nel porre la giusta attenzione quando si è al supermercato, lì dove invece deve cominciare il giusto approccio al cibo.

Prima di tutto sappiate che l’organismo ha bisogno di tutti i nutrienti, per cui è importante non solo la quantità, non bisogna eccedere, ma neanche privarsi di determinati alimenti, ma anche la varietà.

Un altro elemento fondamentale da rispettare è la frequenza. Per dimagrire o mantenersi in forma è sbagliato saltare i pasti, quasi controproducente perché rendiamo il nostro metabolismo pigro e soprattutto si arriva all’appuntamento con il cibo successivo troppo affamati. I pasti sono cinque (colazione, merenda mattutina, pranzo, merenda pomeridiana e cena) e vanno tutti rispettati.

Quando lo stomaco è vuoto o quasi si corre il rischio di mangiare qualsiasi cosa passi sotto il naso e spesso non sono mai prodotti salutari.

La varietà non aiuta soltanto perché fornisce all’organismo tutto ciò di cui ha bisogno, ma anche perché stimola la fantasia e non annoia. Frutta e verdura non devono mai mancare in una dieta salutare e la perfezione si raggiunge cambiando il colore di questi alimenti ogni giorno e preferendo quelli di stagione.

Inoltre attenzione ai condimenti, se si segue un buon regime alimentare preparandosi delle verdure bollite ma poi si condisce con eccessive quantità di olio, si vanifica ogni sforzo. Meglio evitare quindi i grassi di origine animale come il burro.

Anche l’idratazione è alla base di un sano stile di vita e con idratazione si intende bere almeno un litro e mezzo, se non di più, di acqua al giorno, evitando bibite zuccherate e gassate o limitandone il consumo a rarissime occasioni.

Un ultimo consiglio molto in voga tra i nutrizionisti è quello di mangiare lentamente, masticando bene il cibo, assaporandolo e gustandolo senza fretta. In questo modo aiutiamo il processo di digestione ad attivarsi nella maniera corretta. Inoltre mangiando velocemente si tende a mangiare di più, quindi è sicuramente una brutta abitudine da non prendere.

Si può quindi imparare a mangiare sano senza dover necessariamente rinunciare ai piaceri della tavola, basta solo un po’ di consapevolezza in più e l’utilizzo di cibi freschi e di qualità.

 







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News