Un Carnevale diverso dal solito

Se è vero quel che dice il detto popolare che “a Carnevale ogni scherzo vale”, quello che ci ha giocato il destino quest’anno è uno scherzo quasi surreale. Ebbene sì, quella del 2021 sarà infatti una manifestazione decisamente sui generis, il tutto a causa della pandemia che ha costretto gli organizzatori ad annullare in gran parte gli eventi previsti per i festeggiamenti e a rivedere il tutto in funzione della sicurezza, assicurando che si evitino assembramenti di ogni tipo. Molti eventi sono stati ripensati in digitale, per rendere comunque piacevoli e divertenti queste giornate, anche se non potranno essere trascorse nelle piazze. Ma vediamo dunque quando inizia e quando finisce il Carnevale 2021.

Carnevale 2021: ecco tutte le date

Oggi, 11 febbraio, si entra ufficialmente nel pieno del Carnevale 2021. Con il Giovedì Grasso si aprono infatti i 5 giorni di festeggiamenti, che avranno termine Martedì Grasso, cioè il 16 del mese. Ma qual è il significato di queste due giornate? L’aggettivo grasso che viene attribuito a questi due giorni dell’anno è legato non tanto al carnevale quanto a quello che viene dopo, cioè i 40 giorni di Quaresima che hanno inizio con il Mercoledì delle Ceneri. La Quaresima, come tutti sanno, è tempo di restrizioni e di astinenza da determinati cibi. Proprio il Mercoledì e il Venerdì delle Ceneri non si dovrebbe consumare carne e così per tutti i venerdì che cadono nei 40 giorni. Ecco spiegato perché il Carnevale nasce come periodo di festeggiamenti e banchetti e il suo stesso nome deriverebbe dal latino”carnem levare”, cioè eliminare la carne, cibo di cui ci si doveva privare subito dopo il Martedì Grasso.

Tante iniziative per questo Carnevale fuori dal comune

Arrivata la decisione inevitabile di annullare i tradizionali festeggiamenti, molte sono le comunità locali che si sono organizzate per garantire comunque delle iniziative ai cittadini e a tutti gli appassionati del Carnevale. Mentre il Carnevale di Viareggio è stato rinviato al 18 settembre, a Ronciglione ad esempio, dove si teneva una delle sfilate più belle e famose d’Italia, ci si è organizzati con un contest sui social media, in cui si invitano tutti a inviare la fotografia della propria maschera. Anche a Venezia non si è voluto rinunciare alla tradizione e si è scelto di mandare il Carnevale direttamente in streaming. Il divertimento arriva così a casa di tutti, con tanti eventi virtuali che hanno come tema proprio la storia del Carnevale veneziano. Ci si può collegare direttamente dal sito ufficiale della manifestazione e per i bambini di tutte le età sono in programma tanti laboratori gratuiti che li intratterranno per l’intera settimana.

Carnevale è anche dolci, chiacchere e frittelle

Inutile dirlo, Carnevale non può essere tale senza i suoi dolci della tradizione. È questo il periodo dell’anno in cui non solo nelle pasticcerie ma in tutte le cucine d’Italia inizia un fermento per la preparazione delle frittelle. Ogni regione ha la sua storia e le sue tradizioni e i dolci assumono nomi diversi, come ad esempio le castagnole, che i veneti conoscono con il nome di favette. A Napoli, invece, si mangiano le morbide zeppole, rigorosamente fritte e poi ricoperte di granelli di zucchero. Molto diffusi sono poi i ravioli dolci e i tortelli, da preparare facilmente anche in casa.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News