L’8 febbraio è iniziato il primo grande slam della stagione di tennis, l’Australian Open, la cui vittoria finale si contenderanno tutti i più forti tennisti del momento, con l’unica eccezione di Roger Federer.

Merita una piccola parentesi probabilmente il più grande tennista di tutti i tempi che, per la prima volta dal 1997, ha deciso di rinunciare alla partecipazione al torneo. Motivi di famiglia si potrebbe leggere: i suoi quattro figli, la sua età, sua moglie, la sua stessa carriera, tutti i titoli vinti. A 39 anni, per sua stessa ammissione, non è più tempo di mancare così a lungo da casa e così lontano soprattutto.

L’Australian Open deve così arrendersi alla sua assenza, ma il parterre non manca certo di tutti gli altri importantissimi partecipanti, rappresentati in prima linea da Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Il torneo è arrivato alla sua quinta giornata, mietendo qualche vittima illustre, ma perlopiù rispettando il programma che vuole che ad andare avanti siano i giocatori più forti. È la giornata che stacca il pass per gli ottavi di finale, quando la competizione si fa più intrigante e gli incontri che propone sono di altissimo livello.

Nella parta alta del tabellone maschile gli occhi sono tutti puntati sul bel tenebroso Novak Djokovic e sul più giovane Dominic Thiem, finalisti dello scorso anno. Sul cammino del serbo c’è Taylor Fritz, un altro statunitense dopo che Nole, non senza fatica, ha eliminato Tiafoe.

La vittoria di Djokovic significherebbe 14esimo accesso agli ottavi di finale in carriera in questo torneo e i precedenti sono tutti in suo favore. Con due successi nelle due uniche volte che i due tennisti si sono incontrati, entrambi nel 2019.

Il numero sette al mondo, Alexander Zverev, con un outfit in versione smanicata, proprio a Melbourne ha conquistato la sua prima semifinale in un torneo del grande slam ed è deciso a migliorare il suo record. Sulla sua strada per raggiungere il traguardo dovrà intanto eliminare il francese Mannarino, numero 36 della classifica ATP.

L’altro finalista della scorsa edizione, Dominic Thiem, è atteso da un interessantissimo match contro Nick Kyrgios, fermo a lungo per via della pandemia e protagonista di un incontro al cardiopalma contro Humbert, rimontato e poi battuto al quinto set dopo aver anche annullato due match point.

La sessione serale sul campo Margaret Court Arena è aperta più che da un incontro di tennis da un derby tutto canadese tra Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime. I due ragazzi sono praticamente cresciuti insieme nelle scuole di tennis e si conoscono perciò benissimo.

Si sono incontrati tantissime volte, soprattutto a livello giovanile, mentre da quando sono entrambi professionisti sono stati quattro i precedenti tra loro. La posta in palio è per entrambi altissima, il loro primo ingresso in carriera agli ottavi di un torneo del grande slam. Shapovalov, 21 anni, conduce la sfida per 3 a 1 contro Auger-Aliassime, 20 anni, che si è aggiudicato quell’unico successo sulla terra rossa di Madrid. Una sfida tutta da seguire tra due ragazzi giovani e promettenti.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News