Stress e inquinamento atmosferico mettono a dura prova la resistenza della nostra pelle. Il naturale film idrolipidico che la protegge infatti si altera quanto le sollecitazioni esterne diventano troppo aggressive.

Le temperature rigide accelerano la disidratazione e rendono la pelle del nostro incarnato fin troppo sensibile. Questi effetti indesiderati sono amplificati ulteriormente dagli sbalzi di temperatura. Quante volte passiamo da un ambiente caldo a uno freddo e viceversa? Il risultato è che avvertiamo immediatamente la spiacevole sensazione di un viso che tira, si arrossa e che a volte può dare anche prurito.

Il volto appare spento, a volte invecchiato, con le piccole rughe d’espressione che sembrano ancora più marcate. Dobbiamo rinunciare ad avere un bell’aspetto durante la stagione fredda? Niente affatto! Basta qualche coccola in più e i cosmetici giusti per risolvere il problema di una pelle fin troppo sensibile.

L’olio per il viso: un alleato prezioso

L’olio di jojoba ma anche quello di mandorle o moringa sono la nuova frontiera della skincare invernale. Morbidi, voluttuosi, si prendono cura della pelle del viso senza occludere i pori né provocare la comparsa dei fastidiosi punti neri. Il loro compito è quello di nutrire ma anche idratare l’epidermide. Applicati con un leggero massaggio sulla pelle struccata, prima di andare a dormire, regalano un aspetto radioso e una grana levigata e uniforme al risveglio.

È fondamentale saper scegliere il prodotto più adatto per il proprio tipo di pelle. Se l’olio di mandorle dolci è indicato per le epidermidi mature che necessitano di stimolare la produzione di collagene, quello di jojoba nyu è perfetto per l’epidermide grassa e impura.

I gesti preziosi

Le beauty addict di tutto il mondo sono impazzite per la skincare coreana. Le ragazze orientali infatti si prendono cura della pelle tutti i giorni, con una serie di passaggi mirati che tendono a stratificare i prodotti che mettono sul viso. Questa routine si compone di almeno nove o dieci passaggi che vanno dal togliersi il trucco con un detergente occhi specifico e uno a base oleosa per il viso fino al peeling, alla maschera in tessuto e al solare da mettere ogni volta che si esce di casa.

Noi occidentali, che andiamo sempre di corsa, difficilmente riusciamo a rispettare tutti gli step tipici di questa skincare. Però possiamo far nostri alcuni principi molto importanti. La prima cosa da fare è struccarsi con cura tutte le sere. Andare a letto truccate vuol dire svegliarsi con la pelle secca e spenta.

L’idratazione è un elemento irrinunciabile. Beviamo almeno due litri di acqua al giorno perché la pelle ha bisogno in primo luogo di essere idratata da dentro. Sul viso possiamo utilizzare un tonico delicato o un Essence, il famoso prodotto coreano che va applicato dopo la lozione e prima del siero viso. Se la pelle è secca è preferibile acquistare una crema idratante che contenga glicerina, un elemento capace di catturare l’acqua. Una buona maschera, da applicare due volte a settimana, preceduta da un peeling, aiuta a mantenere idrata la pelle e ad attenuare i segni del freddo.

Infine non dimentichiamo mai l’attività fisica. Una camminata sostenuta di circa 30 minuti, attiva la circolazione e rivitalizza la pelle del viso.

I nemici della pelle

Sapevi che la pelle del viso ha un nemico giurato? È lo zucchero, colpevole tra le altre cose, insieme al cioccolato, degli sfoghi che deturpano la pelle sempre nelle occasioni più importanti come il valentine’s day. La regola quindi è cercare se non di eliminarlo, almeno di limitarne il consumo. Puoi utilizzare al posto dello zucchero i dolcificanti naturali come lo sciroppo d’acero o il miele, ma sempre in modiche quantità.

 







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News