Chi non ha amato il piccolo labrador dal manto color miele nella pellicola cinematografica Io & Marley? E soprattutto come si fa a non innamorarsi subito di quegli occhioni dolci di cui i cuccioli di cani sono caratterizzati?

Nuovamente andato in onda ieri sera alle 21.20 su Rai Movie, questo film ogni volta riscuote un audience sorprendente. Si tratta della storia di un cane che entra a far parte della vita di una coppia di neosposi, già alle prese con le loro problematiche quotidiane: il management familiare, il lavoro, i disaccordi, le incomprensioni che sorgono dalla routine quotidiana.

Lui, John, giornalista incompreso e frustrato, deve confrontarsi ogni minuto con la brillante ascesa di lei, Jenny, la quale lavora anch’essa per un giornale, fra l’altro facente parte di un’azienda concorrente. Fra le difficoltà di convivenza e di comunicazione, il tempo scorre e per Jenny scatta l’orologio biologico e si fa avanti il desiderio di un figlio. John non si sente realizzato professionalmente, e nemmeno pronto ad affrontare questo passo, e per appagare il desiderio di maternità di sua moglie decide di regalarle un cane. Questo aggraverà ancor più la situazione in quanto, si sa, l’arrivo di un nuovo membro in famiglia – cane o bambino che sia – può mettere a dura prova l’equilibrio, soprattutto quando questo è già piuttosto vacillante. Dopo vari litigi, problemi gestionali, arredamenti distrutti, Marley saprà arrivare direttamente al cuore di Jenny e John – e successivamente dei loro 3 figli – come solo un cane riesce a fare: donandosi completamente.

Un film d’autore ricco di sorprese

Quando si guarda Io e Marley non si può fare a meno di desiderare in alcuni momenti di potersi immedesimare nella vita dei protagonisti del film, interpretati magistralmente da Jennifer Aniston e Owen Wilson, i quali sono stati diretti dal regista David Frankel.

Molto probabilmente questo capolavoro riesce a catturare l’attenzione, e il cuore, di ogni spettatore poiché è tratto da una storia vera, l’autobiografia del giornalista americano John Grogan che ha dedicato tutta al suo amatissimo cane. Fra l’altro il vero John Grogan fa un’apparizione interpretando il padrone di un Cocker Spaniel in un episodio dello stesso film.

Una cosa curiosa da sapere è che per interpretare Marley ci sono voluti ben 22 cani differenti, in modo da rendere credibile la crescita e lo sviluppo del cucciolo in tutte le fasi della sua esistenza. Chi osserva la proiezione quasi non se ne accorge da quanto realisticamente sono state girate le scene.

Un altro particolare interessante da conoscere è che l’uomo e la donna che nel film sono i genitori di Owen Wilson in realtà sono effettivamente i genitori naturali dell’attore.

Jennifer Aniston e la nascita di un amore sul set

Inizialmente Jennifer Aniston era molto restia nel girare un film con un cane, al punto da aver in prima battuto addirittura rifiutato la parte. Dopo la lettura del copione, l’attrice decise poi di dare la propria disponibilità, anche se con ancora un po’ di scetticismo. Subito si dovette però ricredere poiché Clyde (il vero nome di Marley) era adorabile. “Era sempre felice. Quando l’abbiamo visto alla conferenza stampa è stata una sorpresa. Non smetteva mai di leccare”, furono le parole della protagonista femminile in un’intervista di Coming Soon.

Da allora l’amore di Jennifer per i cani non è mai più cessato. Proprio ultimamente ha adottato un nuovo membro nella sua casa americana: Lord Chesterfield, che fatalmente è un cucciolo di labrador bianco proveniente da un rifugio per cani di Los Angeles. Lord Chesterfield è l’ultimo amore di Jennifer che in passato aveva già avuto Sophie, un pitbull bianco, e Clyde, uno schnauzer dal pelo grigio.







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News