È nuova, è futuristica, è innovativa, si chiama McLaren Artura e debutta come macchina ibrida e inaugura una nuova era per il marchio d’oltremanica, quello che unisce l’innovativa piattaforma a un motore inedito a sei cilindri ibrido plug-in.

Artura è costituita da una linea dall’architettura futuristica Mclaren Carbon Lightweight Architecture. Una potenza che sprigiona a terra la forza di ben 680 cavalli. Per una valocità massima che arriva a 330 chilometri orari con la possibilità di procedere con il motore ibrido per 30 km/h anche se spinti.

In modalità Comfort, Artura rende massima l’efficienza del motore mentre è in versione Sport e Track che esprime tutta la sua potenza e si trasforma in un’auto grintosa da vera star con la velocità di 100 chilometri orari che si raggiungono in soli tre secondi e i 200 in poco più di otto. Bastano infine neanche 22 secondi per raggiungere la straordinaria e supersonica velocità dei 300 chilometri orari.

Sono davvero pochissimi le case automobilistiche in grado di vantare una storia lunga e vincente come quella della McLaren. La casa inglese è tra le più titolate ad esempio nella storia della di Formula 1.

Una storia fatta di successi che hanno suggerito di non limitarsi a questo settore ma anche di dedicarsi alla produzione di auto destinate al grande publico, vetture sportive, la cui linea è rimasta nel corso degli anni fedele a se stessa, senza mai lasciarsi ammaliare dalle sirene del mercato che spingevano verso altri obiettivi e forme, ma anzi sottolineando in maniera ancora più netta e marcata la volontà di dedicarsi solo ad auto dalle alte performance.

Un processo lungo che ha richiesto trasformazioni e continue evoluzioni della gamma, per affrontare le sfide sempre più impegnative che la mobilità e il suo sviluppo richiedono per rimanere in campo sostenibile.

Questo nuovo percorso ha portato al progetto di Artura, che segna l’inizio della nuova generazione del marchio McLaren destinato alla strada: una coupé di due posti che si fa conoscere per la sua potenza legata a un motore ibrido plug-in.

Le linee dell’auto riprendono lo stile dei veicoli McLaren più moderni e attuali, ma aggiungendo ad essi alcune caratteristiche che introducono elementi aerodinamici molto particolari e sofisticati, costruiti con l’intento di raggiungere valori di aerodinamicità da riferimento.

Questo obiettivo è raggiunto con una carrozzeria praticamente senza saldature, che al tempo stesso unisce la linea slanciata a un’immagine molto accattivante e dinamica. Gli pneumatici della nuova Artura sono i nuovi, anch’essi, Pirelli Cyber Tyre, particolari e innovativi nel loro genere, con sensori che acquisiscono informazioni importanti per la sicurezza alla guida e le inviano a un software integrato nella parte elettronica dell’auto.

La linea rimane molto pulita, sono pochi gli elementi decorativi e di contorno, ma l’attenzione è massima verso l’ergonomia. Il cruscotto è totalmente digitale e ai lati sono stati inseriti due satelliti per impostare dei parametri per cambio, motore e sospensioni. Un’ottima soluzione che riduce il rischio di distrazioni quando si è su strada.

Gli ordini di Artura sono già presi in consegna presso i rivenditori autorizzati e i primi fortunati clienti riceveranno le auto a partire dagli ultimi mesi dell’anno, per un prezzo di partenza che si aggira intorno ai 225.000 euro.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News