Scherza coi fanti ma lascia stare i santi. Il proverbio italico calza a pennello con la recente vicenda che ha visto la nota cantante Rihanna sotto l’occhio del ciclone. Dopo mesi di silenzio infatti la donna è tornata a far parlare di sé i tabloid di mezzo mondo. Una vera e propria bufera mediatica si è scatenata sulla cantante di “Umbrella”. I protagonisti? Un ciondolo, un popolo e il décolleté della donna.

L'”affaire” indiano

Gli indiani devono aver pensato che Rihanna abbia qualche nodo irrisolto con loro. Qualche giorno fa infatti era scoppiata la prima polemica relativa a un tweet pubblicato dalla stessa con il quale appoggiava i contadini indiani che chiedono la cancellazione della riforma agraria.

Le parole sono state mal viste dal governo del paese asiatico, tacciato di essere ormai austero e datato. A preoccupare i ministri infatti è stato l’enorme seguito della cantante. Il suo account conta più di 100 milioni di followers, senza contare quelli di Instagram. Numeri da capogiro che possono senza dubbio creare un vero e proprio terremoto politico. Inoltre, la stessa protesta di Rihanna è portata avanti da un altro personaggio, Greta Thunberg, che non passa certo inosservato.

La collana incriminata

Come se non bastasse, proprio ieri è arrivato l’ultimo scatto della cantante che la ritrae in topless con soltanto un paio di culotte color lavanda. La bellezza della donna è indiscutibile e si suoi fan sono rimasti incantati di fronte a tanto splendore.

Peccato che quella pelle nuda poggiasse una collana con un ciondolo raffigurante Ganesha. Il dio bambino, procacciatore di fortuna economica e non solo, è uno dei più amati e venerati dagli indiani e una delle divinità principali dell’induismo. A lui infatti sono dedicate numerose feste nel paese, e ovunque è possibile scorgere la sua caratteristica sagoma con la classica testa a forma di elefante.

Il gesto di Rihanna non è stato accolto bene nè dal partito al Governo, il BJP, né tanto meno dalla fascia più integralista del Vishva Hindu Parishad, un’organizzazione religiosa molto potente.

Blasfemo, irridente, sciocco: queste le accuse mosse dalla Camera del Popolo, simile alla nostra Camera dei Deputati.

La collana era stata già indossata dalla donna nel corso di una manifestazione pubblica a New York. In quel frangente però non era stata ravvisata nessuna mancanza di rispetto quanto piuttosto un modo per annunciare che la cantante presto si sarebbe recata in India.

Il lancio di Savage X Fenty

Poco importa se la foto in realtà sia stata utilizzata per lanciare la nuova linea di lingerie creata dalla cantante, la Savage X Fenty. L’esecutivo indiano ha richiesto ufficialmente ai social network coinvolti nella vicenda l’immediata rimozione delle foto incriminate. Le immagini hanno fatto il giro del mondo e in poche ore hanno collezionato più di 10 milioni di like. Troppi per passare inosservati.

Rihanna e gli scandali

In un giorno in cui le notizie di cronaca ci raccontano della recente vittoria di Marta Bassino o il valore dell’apple stock nell’indice nasdaq oggi, Rihanna ci regala un altro degli episodi controversi che hanno segnato la sua carriera. Come dimenticare infatti gli scatti realizzati nella moschea di Dubai durante il Diamonds World Tour. In quella occasione sono intervenute direttamente le autorità locali che l’hanno prontamente invitata ad uscire perché il comportamento e le foto erano inadatte alla natura del luogo.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News