Per la Juventus, quella col Crotone è stata la gara delle certezze. Cristiano Ronaldo è ormai sempre più l’elemento cardine a cui potersi aggrappare in qualsiasi difficoltà. La formazione bianconera prova a dimenticare la brutta prestazione contro il Porto e con i calabresi riesce ad accorciare il divario dal Milan, secondo in classifica.

A parlare ai microfoni di Sky prima della sfida tra Juventus e Crotone ci ha pensato il d.s. dei bianconeri, Fabio Paratici. Il dirigente della Juventus ci ha tenuto a fare un po’ di chiarezza, ancor di più dopo una settimana travagliata come la precedente.

Il direttore ha ammesso come sia importante per la Juventus vincere. Non è una novità che il sodalizio piemontese, da sempre, abbia nel proprio dna le vittorie. Ecco perché, anche una sfida contro l’ultima in classifica, avrebbe potuto presentare non poche insidie. A maggior ragione dopo la brutta gara disputata a Oporto che ha messo a nudo alcune fragilità della Juventus.

Parole chiare anche per quanto concerne le possibilità di rinnovo di Paulo Dybala. A detta di Paratici, l’argentino ha ancora qualche problemino e la sua situazione è come un’altalena, in cui alcuni giorni sembra pronto per giocare e altri invece no. In occasione della sfida col Porto sembrava fosse disponibile e invece ha riavvertito il solito dolore che lo ha tenuto fuori anche col Crotone. Una situazione di instabilità ma che non preclude in alcuna maniera il rinnovo. Il d.s. della Juve infatti ha confermato che la formazione bianconera vuole trattenere l’ex attaccante del Palermo.

Il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, ha anche parlato della possibilità di diventare l’anti-Inter, con un Milan che appare in caduta libera. Ci ha tenuto a sottolineare come la Juventus guardi ad ogni obiettivo con grande interesse e, nonostante la stanchezza causata dalle gare molto ravvicinate di questa stagione, bisogna cercare di mantenere il giusto equilibrio. Lo scudetto non può non essere un obiettivo per chi è sempre stato abituato a vincere.

L’acquisto più discusso di questa stagione per la Juventus è stato senza dubbio quello di Federico Chiesa. L’attaccante sta facendo molto bene e Paratici ha confermato quanto l’intera dirigenza credesse nel calciatore. Adatto allo stile di gioco dei bianconeri e si sta perfezionando in alcune sue piccole pecche. Si tratta di un campione che può reggere la pressione, a detta di Paratici, di una grande maglia. D’altronde per nessuno è facile indossare quella di club come Juventus, Barcellona, Real Madrid rispetto ad altre realtà.

Il tutto senza dimenticare l’importanza del gruppo, confermata anche dalla voglia di integrare i tanti nuovi di questa stagione. Mckennie per Paratici non è affatto una sorpresa, acquistato proprio per essere un motorino infaticabile in mezzo al campo.

Chiosa su Morata, attaccante un po’ appannato nelle ultime settimane, anche a causa di qualche problemino fisico. Giocare molto, come affermato dal d.s. della Juventus, non riesce a far garantire a nessun calciatore un rendimento costante. Ecco perché per Morata è fondamentale prima di tutto ritrovare il giusto livello di condizione fisica. Negli ultimi giorni hanno inciso due-tre piccoli fattori, tra cui un disturbo intestinale correlato ad una forma influenzale abbastanza forte. Ma è in ripresa ed è pronto a tornare ad aiutare i suoi compagni.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News