Andata degli ottavi di finale che vede trionfare il Manchester City in terra tedesca, contro il Borussia Moenchengladbach. La formazione di Pep Guardiola si afferma come una delle migliori in ambito europeo e che saprà dare filo da torcere a chiunque.

Dopo un’annata appannata come quella scorsa, probabilmente influenzata anche dallo stop per via del Coronavirus, si può dire che si rivede il bel gioco della formazione inglese che tanto ha fatto innamorare gli appassionati di calcio.

Primo tempo che praticamente è un monologo del Manchester City che vuole a tutti i costi trovare il gol del vantaggio il prima possibile. Al 29esimo minuto arriva il gol che sblocca la sfida con un cross al bacio di Joao Cancelo sul quale arriva Bernardo Silva.

Funziona molto bene l’asse portoghese che sta regalando successi alla formazione di Pep Guardiola. Gara in discesa, anche se a inizio secondo tempo, Gabriel Jesus si divora il gol del raddoppio. Sfiora il pareggio la squadra di casa con Plea.

Alla fine però, la gara viene chiusa grazie ad un bel gol di Gabriel Jesus. Il brasiliano sfrutta benissimo un cross perfetto di Cancelo, sul quale arriva la sponda di testa di Bernardo Silva proprio per servire il più facile degli assist.

Manchester City che è a un passo letteralmente dal raggiungere i quarti di finale che garantirebbero la possibilità di avanzare ancor di più in una competizione europea dove i Citizens non sono riusciti mai ad affermarsi.

Differente il discorso per l’Atalanta: la Dea si ritrova in dieci uomini dopo appena 18 minuti. Questo complica moltissimo i piani di Gasperini che non riesce a fare altro che arginare le folate offensive dei talenti di Zidane.

Una gara segnata dall’espulsione, sicuramente rivedibile, di Freuler. L’arbitro l’ha considerato come un fallo da ultimo uomo, anche se appare evidente che avrebbe meritato il giallo e non di essere mandato negli spogliatoi.

Brutta notizia anche l’infortunio di Zapata che lascia la Dea priva del suo bomber principale. Speranza di averlo al ritorno così da provare a vincere la gara che sarebbe un altro passo in avanti per la bella storia dell’Atalanta.

Coloro che si aspettavano di vedere la solita Atalanta in versione carrarmato che si può vedere in campionato, saranno rimasti alquanto delusi. Complice l’espulsione, si è vista una squadra nerazzurra attendista e che difficilmente tentava la giocata.

Ha pesato anche l’assenza di Zapata che fa da boa, anche se si è potuto ammirare uno strepitoso Pessina che ha giocato una gara eccellente.

Atalanta che ha subito un po’ il gioco, soprattutto quando la palla passava per i piedi di Casemiro e Kroos, due maestri letteralmente. Il brasiliano mancherà nella gara di ritorno in quanto sarà squalificato.

Da segnalare, un richiamo di Gasperini nei confronti di Josip Ilicic, apparso fuori forma e decisamente appannato rispetto al talento maestoso che ogni domenica incanta in serie A.

Molti temono si possa trattare di un caso-Papu bis, anche se pesa l’assenza di pubblico che fa sentire tutto quello che succede in campo. Il mister atalantino non si è soffermato su questa cosa nella conferenza post-partita.

Nel frattempo, si può dire che il City vola verso i quarti, mentre l’Atalanta lotterà fino all’ultimo per centrare una qualificazione che avrebbe del clamoroso, oltre che dello storico.







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News