È uscito il 5 gennaio 2011, ha incassato nel primo giorno di programmazione 2,62 milioni di euro e ha ricevuto tre candidature ai Nastri d’Argento e una ai David di Donatello. Stiamo parlando del film ″Che bella Giornata″ di Checco Zalone, trasmesso ieri sera su Canale 5. Una pellicola che ha segnato la consacrazione definitiva dell’attore pugliese come miglior comico italiano.

La trama

Checco ha un sogno: diventare carabiniere. Figlio di emigrati meridionali, lavora come buttafuori in una discoteca brianzola. Non riesce a indossare la divisa per una serie di circostanze avverse ma, grazie all’intercessione dell’arcivescovo di Milano, viene assunto come addetto alla sicurezza del Duomo.

Completamente inadatto al ruolo, viene tolto dalle sue mansioni e relegato al controllo della Madonnina con la segreta speranza che faccia meno guai. Qui conosce Farah, una splendida ragazza marocchina che si finge studentessa di architettura. La ragazza in realtà progetta con il fratello un attentato terroristico per vendicare la famiglia uccisa da un raid della Nato. Il suo compito è quello di irretire Checco che ovviamente si innamora di lei.

Perché ci è piaciuto

Che bella Giornata, il film di Zalone trasmesso su Canale 5, ha un grande pregio ovvero quello di farci fare una sana risata. E, in un periodo come questo, in cui le difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria ci hanno allontanato dalla vita sociale, è un aspetto da non sottovalutare.

Il film di ieri sera, che ha avuto come antagonista la diretta della partita roma braga, è il secondo dei cinque interpretati da Zalone. Scritto con Gennaro Nunziante, vanta partecipazioni eccellenti come quella di Rocco Papaleo che ci ha regalato siparietti divertenti come quello delle cozze offerte ai terroristi, ma anche Tullio Solenghi e Ivano Marescotti.

Nella pellicola sono presenti anche Caparezza che interpreta se stesso e canta Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri e Vieni a ballare in Puglia, uno dei successi più amati dal pubblico italiano. In qualche scena compare anche la compagna di Zalone, Mariangela Eboli, che interpreta la cugina Susi.

Questo è il film dei record. Ha battuto Titanic, Harry Potter e la pietra filosofale e Avatar; in tre settimane è diventato il film italiano più visto di sempre e quello che ha avuto il maggior numero di incassi, superando addirittura La Vita è Bella di Benigni. In seguito è stato lo stesso Zalone a rivoluzionare di nuovo questi dati. Il film successivo ″Quo vado″ ha battuto ogni record, diventando il film italiano più visto in assoluto.

Barbara D’Urso ne sa qualcosa. Tempo fa l’ammiraglia delle reti Mediaset ha deciso di proporre in prima serata i film dell’attore pugliese, posticipando la messa in onda del programma domenicale ″Live!Non è la D’Urso″.

Chi è Checco Zalone

Luca Medici nasce a Capurso, in provincia di Bari, nel 1977. Si laurea in Giursprudenza e tenta la strada dei concorsi in Polizia ma viene bocciato. Inizia a frequentare il laboratorio Zelig di Bari e appare, insieme a Nunziante, a Telenorba.

Risale a questi anni la scelta di cambiare nome. Durante uno spettacolo un telespettatore, per prenderlo in giro, lo apostrofò dicendogli “che cozzalone” ovvero sei un tamarro. Per Luca fu un’autentica folgorazione e da quel momento in poi decise di Checco Zalone. L’attore è anche un bravo musicista.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News