Per le amanti delle due e delle quattro ruote l’appuntamento è da non perdere, soprattutto dopo la passata stagione, quella condizionata dalla pandemia, che dagli organizzatori è stata organizzata in forma completamente digitale.

Quest’anno invece, per la sua terza edizione, il Motor Valley Fest sarà in forma ibrida, una parte dell’evento sarà cioè accessibile al pubblico mentre l’altra sarà a disposizione degli interessati sempre via web.

I giorni da segnare nel calendario sono quelli che vanno dal primo al quattro luglio. L’esperienza sarà un viaggio itinerante all’interno dell’Emilia Romagna. Dal Motor Valley Fest sarà toccata non soltanto la città di Modena, ma anche per la prima volta, gli autodromi di Misano, Varano e di Modena stessa per un’esperienza mobile attraverso la via Emilia, a caccia delle sue bellezze e delle sue eccellenze.

Pur di non bloccare l’evento nel 2020 il Motor Valley Fest si era svolto in edizione completamente digitale. Tanti appuntamenti che avevano aperto agli appassionati un accesso virtuale a musei, autodromi e case automobilistiche. Ma malgrado gli sforzi profusi un appuntamento senza la vicinanza con le macchine e le moto più belle in circolazione, ha lasciato l’amaro in bocca.

La terza edizione del Motor Valley Fest restituisce a tutti i fan delle due e delle quattro ruote la bellezza e l’unicità di poter apprezzare questi gioielli dal vivo, di poterli osservare da vicino, toccarli, annusarli, quasi assaporarli in tutta la loro interezza.

Poche ma gustose e intriganti le anticipazioni che gli stessi organizzatori hanno voluto svelare al grande pubblico. Sarà Modena la città che farà da sfondo all’evento. Modena con le sue piazze e le sue eleganti vie ospiterà gli incontri a tema con il pubblico, le esposizione e tutti gli eventi che dal primo al quattro luglio saranno organizzati in seno alla manifestazione.

Un’altra anticipazione riguarda una novità assoluta, per la prima volta infatti saranno utilizzati anche gli autodromi, quelli di Misano, Varano e Modena. All’interno di questi templi delle ruote saranno organizzati eventi dedicati alle case automobilistiche della Terra dei Motori.

Non mancheranno, così come sono stati presenti nelle precedenti edizioni, gli eventi a sfondo scientifico-tecnologico, sotto forma di convegni, in particolar modo quello di apertura, e talk all’interno dei quali parteciperanno figure di spicco del mondo dell’industria automobilistica di livello internazionale.

Innovation & Talents, area di networking dedicata alle start up, ai talenti, al mondo universitario per quanto riguarda l’orientamento professionale in questo settore, ed eventi che focalizzeranno l’attenzione su temi riguardanti mobilità elettrica e sostenibilità ambientale rappresentano le altre novità di questa edizione, assolutamente da non perdere.

Il più soddisfatto per questa organizzazione è il sindaco di Modena Muzzarelli, che vede in questo festival diffuso un motivo di rinascita e ripartenza per una manifestazione sotto le stelle, finalmente a cielo aperto.

Un appuntamento per gli amanti della tecnologia, dell’innovazione, della cultura dei motori, a caccia e alla scoperta dei modelli di due e quattro ruote più ambiti e belli al mondo.

 

 







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News