Archiviata l’esaltante e larghissima vittoria per 12-0 con la quale le ragazze della ct Milena Bertolini si sono sbarazzate dell’Israele e al tempo stesso si sono qualificate per l’Europeo che si terrà in Inghilterra dal 6 al 31 luglio, le protagoniste azzurre sono tornate ognuna rispettivamente nella propria squadra a far valere le loro abilità tecniche, tattiche e atletiche anche nel club di appartenenza.

La Juventus della Guarino, nel posticipo della domenica che ha chiuso la 14^ giornata, ha battuto sul campo del San Marino la squadra di casa imponendosi per 3-1 e tornando a segnare un distacco tra sé e il Milan, vittoriosa sabato a Bari con un perentorio 6-1, di tre punti a una settimana dal match clou di domenica prossima che vedrà opposte proprio Juventus e Milan a Torino.

Una partita che sa di scudetto, che potrebbe definitivamente chiudere il discorso, nel caso in cui la Juve bissi la vittoria dell’andata quando si impose fuori casa di misura, oppure riaprirlo per un avvincente quanto emozionante finale di campionato.

Saldo il Sassuolo al terzo posto che ha vinto con un gol di scarto a Napoli, mentre avanza la Roma di Betty Bavagnoli che in quest’ultimo periodo ha infilato un’ottima fila di risultati utili consecutivi.

Vincendo 2-0 sull’Empoli grazie alle reti di Lazaro e Giugliano, scavalca la Fiorentina al quarto posto che invece è stata battuta con lo stesso punteggio dalla Florentia, per un derby tutto toscano.

La bella favola del calcio femminile, che da alcuni anni è appuntamento fisso delle dirette sky con le più belle partite trasmesse domenica all’ora di pranzo, continua con una realtà che ha basi sempre più solide e profonde.

Il boom di questo fenomeno si è senz’altro avuto dopo i mondiali tenutisi in Francia nel 2019. Una cavalcata che ha visto le giovani azzurre del ct Milena Bertolini conquistare i quarti di finale.

È grazie a questi numeri, a questa visibilità, a questa del tutto nuova e inaspettata attenzione che si è potuto apprezzare una notevole crescita nel numero di di iscrizioni alle scuole calcio femminili.

L’impatto del Mondiale è stato devastante, milioni di telespettatori si sono ritrovati a fare il tifo per queste ragazze un tempo piuttosto sconosciute e ora sulla bocca di tutti. Un impatto mediatico e affettivo molto più forte e virale di quanto non sia stato quello ottenuto dall’Under 21 maschile.

Il mondiale femminile è stato seguito quasi dallo stesso numero di spettatori che segue il calcio maschile e al termine della competizione sono molte le persone che hanno deciso di cominciare a seguire il calcio femminile dopo aver seguito il mondiale.

Segno inequivocabile che donne e pallone è un binomio che funziona. Un ruolo da protagonisti in questo connubio vincente è stato giocato senz’altro dai media che hanno portato alla ribalta e sotto gli occhi di tutti le storie di queste ragazze che hanno lottato a lungo per avere e giocare un ruolo primario in un mondo prettamente maschile e alla fine sono riuscite nell’impresa, grazie alla loro forza, tipicamente femminile, e alla loro caparbietà.

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News