La seconda serata di Sanremo ha visto sul palco alcune vecchie glorie della canzone italiana come Orietta Berti, in qualità di concorrente, e Marcella Bella con Gigliola Cinquetti come ospiti. Insieme a Fausto Leali le due cantanti hanno portato al Teatro Ariston un pezzo di storia della musica nostrana.

Le polemiche prima del festival

Qualche giorno fa Marcella Bella ha rilasciato un’intervista in cui per la prima volta ha parlato delle condizioni di salute del fratello, Gianni Bella. L’uomo, cantante nonché famoso musicista, nel 2010 è stata colpito da un terribile ictus. Oggi sta bene ma la malattia gli ha colpito metà del viso, togliendogli l’uso della parola.

Gianni si sforza di parlare, dice la donna, ma a un certo punto si stanca. Non ha rinunciato però a nutrirsi di musica. Una volta ha improvvisato una melodia che la stessa cantante ha registrato sul telefonino. Ed è da quella melodia che Marcella è voluta ripartire chiedendo aiuto agli altri due fratelli per scrivere il testo e metterla in musica.

La donna ha un progetto in mente. Quella diventerà la sua canzone, il regalo di Gianni per i 50 anni di carriera. E la porterà a Sanremo, come un dono d’amore nei confronti del fratello.

Un bel brano, dice Amadeus dopo averlo ascoltato. Peccato che però non lo sia stato abbastanza. Una doccia fredda disillude le speranze della donna: la canzone viene scartata.

La vita professionale di Marcella Bella

La serata di ieri sera, condotta da Amadeus, Fiorello e da una splendida Elodie, ha visto anche l’esibizione di Achille Lauro, di Laura Pausini e de Il Volo. Uno dei momenti più apprezzati dal pubblico a casa è stato quello in cui Marcella ha cantato il brano Montagne verdi scritto nel lontano 1973 da Gianni Bella e Giancarlo Bigazzi.

La carriera della cantante inizia negli anni ’60, quando vince il Festival degli sconosciuti di Ariccia. La svolta professionale però arriva nei primissimi anni 70 quando incontra il produttore Ivo Callegari. Nel 1971 esce il suo primo successo Hai ragione tu, scritta dal fratello Gianni.

La consacrazione arriva nel ’73 con Montagne Verdi che la donna presenta al festival di Sanremo. Non vince ma arriva settima. Il brano ottiene un successo incredibile. Nello stesso anno partecipa al Festivalbar con il brano Io domani. Vince la gara a pari merito con Mia Martini.

Il successo la abbandona fino al 1983 quando esce Nell’Aria, un brano scritto da Mogol su musiche di Gianni Bella. Il sodalizio con Mogol dura pochi anni. Nel 1992 la donna si ritira momentaneamente dalle scene.

La vita privata

La causa che ha portato Marcella Bella lontano dal palcoscenico ha tre nomi: Giacomo, Carolina e Tommaso. La donna ha scelto di dedicarsi alla crescita dei suoi figli. Desiderava essere una mamma presente e attenta e non le è costato rinunciare per un lungo periodo di tempo alla sua carriera di cantante. Gli scatti pubblicati su Instagram, sottolineano l’amore che la Bella prova per la sua famiglia.

E per quanto riguarda l’amore, Marcella, dopo una breve relazione con Red Canzian, sposa l’imprenditore milanese Mario Merello, l’uomo con il quale fa coppia fissa dal 1979. Un autentico colpo di fulmine il loro, un rapporto in cui la passione, la stima reciproca e l’amore non sono mai mancati.







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News