Il monologo di Antonella Ferrari contro la sclerosi multipla

Antonella Ferrari ha tenuto ieri sera a Sanremo 2021 un monologo incentrato sulla sclerosi multipla, una malattia che l’attrice ha avuto modo purtroppo di conoscere personalmente. Il monologo è stata un’occasione per presentare al grande pubblico, quello che segue Sanremo da casa, il suo spettacolo teatrale Più forte del destino, tratto dal libro autobiografico che la Ferrari ha fortemente voluto per raccontare la sua storia e farla conoscere.

Chi è Antonella Ferrari

Antonella Ferrari, di origini milanesi, nasce nel mondo dello spettacolo come ballerina. La sua carriera nella danza fu però interrotta dalla diagnosi della malattia e così decise di dedicarsi alla recitazione. Una scelta azzeccata la sua, che le ha permesso di far venir fuori il suo grande talento anche in questo campo. Ben presto, infatti Antonella Ferrari ha avuto modo di farsi notare con il suo ruolo in Centovetrine, soap nella quale ha recitato per ben 5 anni consecutivi. L’abbiamo poi vista anche in Carabinieri e La squadra 8. Sposata dal 2009 con Roberto d’Agosta, la Ferrari lavora attualmente anche per il settimanale Chi diretto da Alfonso Signorini. Il suo ruolo è quello di curare la rubrica Un sorriso nel dolore che le consente di confrontarsi e ascoltare le storie di altre persone che un po’ come lei si sono trovate a dover affrontare le conseguenze di una malattia.

I 20 anni di carriera e la gioia di essere all’Ariston

Per Antonella Ferrari l’essere arrivata sul palco dell’Ariston ha rappresentato un motivo di grande emozione, anche perché questa chiamata al Festival è arrivata in un momento particolare. Proprio quest’anno la Ferrari festeggia i suoi 20 anni di carriera e poterlo fare proprio a Sanremo non è da tutti.
Amadeus l’ha scelta come ospite per presentare un estratto del suo spettacolo ora che a causa della pandemia i teatri sono chiusi e questo mondo è in forte crisi. Lo ha ricordato anche lo stesso conduttore mentre introduceva il monologo della Ferrari, invitando tutti a fare il tifo per il teatro che sta vivendo momenti molto difficili ma che deve essere apprezzato come “uno straordinario racconto di vita”. È stato lui a volere che Antonella Ferrari fosse sua ospite e l’attrice lo ha ringraziato perché andare a Sanremo, ha detto, era un suo sogno fin da quando era piccola. “Finalmente posso svelarvi il mio segreto” ha twittato ieri la Ferrari rivolgendosi al suo pubblico prima di salire sul palco del Teatro Ariston.

Vivere la disabilità con coraggio e determinazione

Antonella Ferrari è arrivata ieri sul palco di Sanremo 2021 con un bastone, ausilio di cui necessita a causa della sua disabilità. Il suo monologo ha commosso tutti e ha dato modo di comprendere quanto coraggio e quanta determinazione occorrano per andare avanti dopo la diagnosi di una malattia come la sclerosi multipla. Antonella Ferrari è oggi testimonial dell’AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e ha voluto raccontare di quanto sia stato difficile anche giungere alla stessa diagnosi di questa malattia, arrivata infine dopo un lungo calvario fatto di analisi, esami e cartelle cliniche. Ma ora che ha ripreso in mano la sua vita l’attrice ha voluto urlare dal Teatro Ariston “Io non sono la sclerosi multipla, sono Antonella Ferrari” e queste parole hanno lasciato sicuramente il segno in quanti come lei si trovano a vivere tale patologia.







Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News