La 63esima edizione dei Grammy Award ha visto il trionfo di Beyoncé che ha raggiunto quota 28 vittorie, togliendo così il primato a Alison Krauss, la violinista statunitense rimasta a 27.

L’edizione, senza pubblico in sala a causa delle restrizioni della pandemia, ha segnato il trionfo delle donne. Da Beyoncè a Megan Thee Stallion passando per Billie Eilish, la quota rosa dei Grammy è diventata una valanga inarrestabile!

Una cerimonia atipica

L’edizione numero 63 dei Grammy Awards si è tenuta presso lo Staples Center di Los Angeles. Prevista inizialmente per il 31 gennaio, è stata rinviata al 14 marzo e ha richiesto l’impiego di svariati milioni di dollari per poter essere adeguata alle restrizioni imposte dal Covid 19.

Le premiazioni degli artisti, come durante la cerimonia dei Golden Globe, sono avvenute non dal vivo ma tramite collegamento.

Le polemiche

L’edizione dei Grammy 2021 era iniziata tra mille polemiche. Il cantante The Weeknd, dopo essere stato escluso dalle nomination, aveva accusato infatti la manifestazione di essere corrotta e senza trasparenza.

La star dell’r&b ha affermato che esistono comitati segreti e che chiederà alla sua etichetta di non sottoporre più la sua musica ai Grammy. Sulla scia di queste polemiche sono arrivate anche le accuse di Halsey e di Zayn Malik. L’ex One Direction in un’intervista ha affermato che vai in nomination soltanto ″se fai regali e stringi mani″.

Sono state molto discusse anche alcune candidature come quella di Justine Bieber con il brano Changes che è stato preferito a Rare di Selena Gomez.

Beyoncè è entrata nella storia

Beyoncè è entrata di diritto nell’Olimpo delle donne più premiate nella storia della manifestazione. I Grammy Award 2021 l’hanno vista infatti trionfare, tra le altre cose, per il miglior video dell’anno. Un premio tutto in famiglia. La clip vede la partecipazione di Blue Ivy, la figlia dell’artista che è diventata la seconda persona più giovane a vincere un Grammy, dopo Leah Peasall.

Beyoncè non ha vinto i premi più ambiti di questa edizione e ha portato a casa soltanto tre delle nove statuette possibili ma questo non ha scalfito minimamente il record eccezionale conquistato dalla cantante di Houston.

La valanga rosa

I Grammy hanno segnato il trionfo delle donne. Taylor Swift ha vinto la categoria miglior album dell’anno con Folklore, diventando così la prima artista donna a portare a casa il premio “Album dell’anno” per tre volte. La sfida è stata tutta al femminile perché la Swift ha dovuto vedersela con Dua Lipa, che ha ricevuto ben sei nomination.

Megan Thee Stallion invece è stata proclamata miglior nuova artista 2021. Era dal 1999 che una cantante rap non vinceva in questa categoria. L’artista ha spopolato con il brano Savage Remix, realizzato in collaborazione con Beyoncé. Il 2020 di Megan è stato senza dubbio fortunato anche se non sono mancate le polemiche come quella che l’ha vista oggetto di pesanti critiche per la partecipazione a WAP, il singolo di Cardi B.

Billie Eilish vince il premio più ambito. ″Everything I Wanted″, realizzato in collaborazione con il fratello Finneas, è il miglior album dell’anno mentre Dua Lipa vince la categoria Best Pop Vocal Album.

 

Non perderti nemmeno una news Seguici su Google News